Archivi categoria: Antipasti

Fiori di Tarassaco in Pastella Vegan

DSC_0609
Siamo in Primavera,la stagione che in assoluto adoro con i suoi profumi, i suoi colori e le sue erbe spontanee. Aprile è il mese indicato per la raccolta di questa erba spontanea. Il tarassaco (Taraxacum officinale) è una pianta appartenete alla famiglia delle Asteracee. Con le sue proprietà depurative e antinfiammatorie, è un ottimo alleato nella cura delle malattie legate al fegato.
Nella tradizione contadina il tarassaco è anche conosciuto come “piscialetto”, grazie alle sue proprietà diuretiche.
Secondo una leggenda irlandese, un tempo gli gnomi, gli elfi e le fate correvano liberamente nei prati e boschi ancora incontaminati; poi con l’arrivo dell’uomo, queste magiche creature dovettero cercare rifugio fra le rocce o nel folto dei boschi, però le fate possedevano abiti troppo appariscenti per riuscire a nascondersi, così spesso venivano calpestate dagli uomini, e fu per questo che si trasformarono in fiori gialli e robusti, che se anche vengono calpestati hanno la capacità di tornare eretti, e si narra che la sua tenace sopravvivenza sia proprio dovuta alla presenza magica delle fate nella corolla del fiore. Bando alle ciance passiamo alla ricetta.

Ingredienti:
Farina di Ceci
Birra Ghiacciata
Sale

Procedimento:
Come prima cosa, preparare la pastella con farina di Ceci, Birra ghiacciata e sale piuttosto cremosa e far riposare una mezzoretta.
DSC_0605

Mentre la pastella riposa, lavare i fiori di tarassaco in acqua fredda e asciugarli con la carta da cucina.
A questo punto scaldare l’olio e tuffare i fiori friggendoli velocemente

DSC_0608
successivamente adagiarli su carta assorbente per asciugarli dall’acqua, dopodiché servire come aperitivo accompagnato da un buon prosecco o vino bianco.
DSC_0609
E adesso tocca a voi….Buon appetito!!!!!

Annunci

Torta Salata con gli Strigoli

11082259_928616577203108_3136077530972164542_o

La primavera è arrivata anche se in questi giorni la temperatura non è proprio mite.  I campi pullulano di erbette spontanee con il quale poter cucinare qualche piatto delizioso. Per questa ricetta, ho usato degli strigoli o Silene Vulgaris, pianta che cresce spontanea in tutt’Italia. In cucina si usano i giovani germogli, ricchi di vitamina C. Nella tradizione popolare prende il nome di Strigolo in quanto in primavera quest’erba dà origine a decine di rosette fogliari, carnose e tenere, che se fatte rotolare fra le dita stridono da quì il nome stritolo o strigolo.

Ma veniamo alla ricetta….

Ingredienti:

240 gr. Farina T1

70 ml Olio Evo

70 ml Vino Bianco

Sale Marino Integrale

Procedimento:

Per prima cosa, preparare la Pasta brisèe unendo tutti gli ingredienti fino a formare una palla liscia e omogenea che farete riposare in frigo almeno un’ora.

DSC_0483

Nel frattempo, lavare e mondare le erbette, poi  sbollentarle in acqua salata per pochi minuti. A questo punto prendete le erbette, strizzatele e saltatele in padella con olio evo e aglio. 

Successivamente, stendete la pasta su una spianatoia infarinata e rivestire uno stampo da 24, lasciate i bordi alti e mettete all’interno gli strigoli saltati.

DSC_0486

Infornare a 200° per 45 minuti circa, finchè la pasta non risulta leggermente dorata.

11082259_928616577203108_3136077530972164542_o

Adesso tocca a voi….Buon Appetito!!!!!

Cuoricini di Cicerbita Vegan

DSC_1209

Questa mattina mia mamma è andata a raccogliere le erbette di campo e me ne ha portato una cesta piena, quindi tra le varie cose ho voluto provare una ricettina per un’antipasto da proporre per la famosissima festa di San Valentino.

Ingredienti:

Un mazzetto di Cicerbite

200 Ml di  Besciamella Vegan

2 Cucchiai di Amido di Mais

Semi di Sesamo

Zucca

Aceto balsamico caramellato per decorare

Vino Rosso

Zucchero di Canna

Sale q.b.

Procedimento:

Cuocere le Cicerbite con pochissima acqua in modo da non perdere le qualità della pianta.

20150207_170204

Mettere la verdura, la besciamella o panna, l’amido e il sale nel bicchiere del frullatore con 2 cucchiai di acqua calda fino a ridurli in crema.

20150207_171155

Mettere la crema negli stampi a forma di cuore e informare per circa 10 minuti a 150° ma questo può variare a seconda della grandezza degli stampi e del forno.

20150207_181343

Nel frattempo preparare la crema di zucca, che io ho precedentemente tagliato a tocchetti e infornato con un filo d’olio, sale, cipolla, ramerino e altre erbe aromatiche a vostro piacimento. Frullare la zucca e passarla al setaccio, successivamente disponetela sul piatto da portata (io ho usato una formina a cuore), adagiateci sopra il cuoricino e cospargetelo di semini di sesamo. Adesso potete preparare la glassa all’aceto balsamico, usando una tazzina di vino rosso, 2 di aceto balsamico e 3 cucchiai di zucchero di canna. Lasciatelo sobbollire leggermente fino a raggiungere la consistenza voluta.

20150207_183052

Decorate a vostro piacimento e servite.

DSC_1210

Adesso tocca a voi …..  Buon Appetito!!!!!

Sformato di Porri e Anacardi con Crema alla Curcuma

DSC_0265

Stasera ho preparato uno sformatino delicato e leggero accompagnato da una salsina di Porri alla Curcuma.

Ingredienti:

150 gr di Ricotta di Soia

150 gr di Porri Lessati

4 Cucchiai di Anacardi ridotti in polvere

4 Cucchiai di Pangrattato

3 Cucchiai di Olio Evo

Sale q.b.

Fiori di Cime di Rapa per decorare

Procedimento:

Per prima cosa lavare i porri e tagliarli a rondelle, successivamente lessarli con poca acqua.

DSC_0114

Mettere i porri lessati e la ricotta in un beker e frullare sino a ridurli in crema.

DSC_0244

Aggiungere gli anacardi, l’olio e il sale e mettere il tutto in 4 stampini di alluminio (4 o più dipende dalle dimensioni degli stampini), precedentemente oliati.

DSC_0247

Porre in forno a 200° per 10-15 minuti circa. Nel frattempo preparare la crema alla Curcuma, frullando una parte di porri con 3 parti di Besciamella Vegan, aggiustare di sale e aggiungere la curcuma, fino alla tonalità di colore desiderata.

Con questa crema, formare la base su cui posare gli sformatini.

DSC_0261

Adesso impiattare e decorare con fiori di Cime di Rapa.

Buon Appetito!!!!

Involtini di Ceci e Ciuffi di Carote

DSC_0175

In questo periodo sto riscoprendo cose di cui non conoscevo l’esistenza…. ovvero che in cucina non si butta via niente o meglio quasi niente. Soprattutto la cucina contadina è a conoscenza di queste informazioni. Infatti in tempi passati in particolar modo nel dopoguerra a causa della povertà si cercava di utilizzare il più possibile tutti i prodotti della nostra terra… e questo sta succedendo nuovamente perché ci sono sempre meno possibilità economiche. Questa riscoperta però anche se viene a causa di un brutto momento diciamo porta benefici alla nostra persona in quanto è cibo più salutare. La ricetta di oggi è semplicissima…avete presente i ciuffi delle carote? Quante ne abbiamo buttato senza sapere che potevano essere utilizzati? Ebbene si si possono utilizzare per fare una fantastica farifrittata e servire arrotolati con ricci di carote fresche. Un delizioso antipasto.

Ingredienti

Qualche ciuffo di Carota

1 Cipolla

Olio Evo

100 gr Farina di Ceci

200 ml Acqua q.b.

Sale e Pepe

Procedimento

DSC_0164

Avete visto che bella cassetta di prodotti che mio padre ha raccolto stamani…. adesso devo prepararci qualcosa… Vediamo cominciamo con le Carote…per prima cosa, scegliete i ciuffi più verdi e teneri, staccando solo le foglioline ed eliminando i gambi in questo modo si possono usare crudi altrimenti potete tenere i gambi ma dovete scottarli. Lavateli bene e tagliateli in modo grossolano.

DSC_0165

A questo punto, mettete un filo d’olio con della cipolla tritata e lasciatela imbiondire.

DSC_0168

Successivamente aggiungete i ciuffi, lasciate insaporire e versatevi dentro la farinata di ceci.

DSC_0170

Fate cuocere da entrambi i lati e poi stenderla su un tagliere.

DSC_0173

Successivamente tagliatela a strisce arrotolatela sul piatto e decorate con un ciuffi di carota e con delle carote tagliate a julienne.

Adesso tocca a voi!!!

Buon Appetito!!!

DSC_0174

Fiori di Cecina con Pesto di Sedano e Anacardi

DSC_0412

Oggi ho deciso di fare un antipastino veloce veloce e molto semplice da realizzare.

Ingredienti per la Cecina:

100gr di Farina di ceci

200 gr di Acqua

Sale e pepe q.b.

Ingredienti per il pesto di Sedano:

qualche punta di sedano

un manciata di Anacardi

una manciata di Noci

Sale

Olio Evo

Procedimento

DSC_0395

Per prima cosa, stemperare i 100g di farina di ceci con 200g di acqua, aggiustare di sale e porre il tutto in un pentolino a fuoco medio.

DSC_0398

Lasciar cuocere per qualche minuto fino a che non comincia ad addensarsi e a staccarsi dalle pareti.

DSC_0402

A questo punto versare il tutto su carta da forno ben oleata altrimenti si attacca e ricoprire con un altro strato di carta da forno anche questo ben oleato e schiacciarla con il matterello in modo da livellarlo e renderlo sottile. Lasciarlo raffreddare, quindi rapprendere.

20140906_143103

Mentre aspettate la cecina procedete con lo scottare le noci e privarle della pellicina. A questo punto lavare e mondare il sedano, asciugarlo con della carta assorbente e porlo nel mixer, dopo qualche secondo, aggiungere anacardi, noci e aggiustare di sale, quindi riavviare. Infine aggiungere qualche cucchiaio di olio, questo varia in base ai vostri gusti. E voilà il pesto è fatto!!!

DSC_0404

Adesso riprendete la cecina raffreddata e mettetela in una padella antiaderente e fatela rosolare da entrembi i lati. Poi con delle formine a fiore oppure rettangolari tagliatele e decorate il centro con il pesto di sedano.

20140907_135441

E adesso tocca a voi… Buon appetito!!!!

Ceci Sfiziosi

Quando ero piccola nelle feste di paese si trovavano spesso delle bancarelle che vendevano castagne secche, fichi, ceci speziati ecc.
Quindi ho deciso di riproporre questo stuzzichino che io adoro moltissimo.

Ingredienti
300 g di Ceci
due o tre cucchiai di Olio Evo
erbe aromatiche a scelta (salvia, ramerino, scorza di limone, aglio, sale e pepe) ecc
paprika
peperoncino

Procedimento
Ammollare i ceci per una notte, dopodiché metterli in abbondante acqua fredda e lessare.
Quando sono cotti scolarli e trasferirli in una ciotola, unire l’olio, la paprika, il peperoncino, sale,pepe e le erbe aromatiche, quindi mescolare bene.
Stendere i ceci in una teglia rivestita di carta da forno e infornare a 180° per 15-20 minuti.
Apena sfornati inserire in coni di carta gialla e servire ancora caldi.
Buon Appetito!

20140901_204316

Crostino Toscano Vegan

L’origine dei crostini risale a tempi molto antichi, quando la tavola da pranzo non era apparecchiata con piatti singoli, ma i cibi erano serviti in grandi vassoi dai quali ognuno prendeva ciò che desiderava e lo portava direttamente alla bocca.

Questo è uno dei piatti tipici della mia Terra “la Toscana”. Non esiste pranzo di Natale o Pasqua senza il Crostino Toscano.

Da quando ho dato una svolta alla mia vita cambiando in modo radicale la mia alimentazione mi sono messa all’opera per creare piatti tipici della mia terra rivisitati in chiave Vegan.

Tra questi piatti oggi vi propongo il famoso “Crostino Toscano”.

Ingredienti

300 g di Seitan Autoprodotto (Io preferisco quello con la Farina di Farro)

1 Cipolla

1 Costa di Sedano

2 Carote

un ciuffo di prezzemolo

Una manciata di Capperi

Olio Evo

Vino Chianti

Sale q.b.

Pane Toscano Tostato

Procedimento

Tritare la Cipolla, il Sedano, la Carota e il prezzemolo e metterlo a soffriggere in 3 o 4 cucchiai di Olio Evo. Aggiungere il Seitan e  lasciar cuocere per una decina di minuti, dopodichè aggiungere i Capperi e sfumare con il Vino.

Salare e lasciare e vaporare il Vino,  dopodiché passare il tutto nel tritacarne.  Nel frattempo tagliare e tostare il Pane.

Servire i Crostini sul Pane caldo e Buon Appetito!

1452467_841831339184483_5852003739136152593_n