Lisciva Autoprodotta

Oggi ho deciso di autoprodurre la Lisciva, come faceva un tempo la mia nonna. Mio padre mi raccontava che quando era bambino, nonostante lavassero i panni di rado venivano lindi e bianchissimi, senza usare tensioattivi e detersivi chimici.

Queste sono le foto dei vecchi lavatoi dove le donne usavano mettere  il bucato per poi ricoprirle di cenere e travasarvi sopra l’acqua calda.

Non avendo a  disposizione questi splendidi lavatoi, mi sono messa all’opera ed ho provato ad autoprodurre la Lisciva con l’attrezzatura odierna, vale a dire con una bella pentola d’acciaio.

Innanzitutto, dato l’arrivo della pioggia e con il successivo abbassamento della temperatura ho acceso la mia fida stufina a legna, procurandomi così della cenere che ho successivamente setacciato almeno due volte. Si consiglia di usare legna povera di tannini.

DSC_0696

Per prima cosa, mettere la cenere in un pentola capiente e aggiungere l’acqua, mi raccomando, prima la cenere e dopo l’acqua altrimenti la lisciva diventa torbida. Dimenticavo la cosa più importante la proporzione è di un vasetto di cenere e 5 vasetti di acqua (mia nonna diceva di usare l’acqua piovana in quanto povera di sali minerali in modo di aumentare l’effetto della lisciva). Mia nonna metteva la cenere in uno straccio immersa nell’acqua in modo poi da non dover filtrare il tutto. Grande nonna Michela!

DSC_0698

Mettere sul fuoco rigirando spesso per circa 1.30/ 2 ore. Più è lungo il tempo di bollitura, più la lisciva diventa concentrata e quindi più aggressiva.

Lasciare riposare per tutta la notte in modo da far rimanere sul fondo la parte solida,mente la parte liquida (Lisciva) rimane in superficie.

DSC_0709

Travasare il liquido chiaro ottenuto (Lisciva) in bottiglie di vetro etichettate, che si possono conservare per diversi mesi. Mentre la crema di cenere rimasta sul fondo, può essere riposta  in vasetti di vetro e può essere utilizzata per pulire il fondo delle pentole, per pretrattate le macchie, per togliere le incrostazioni ecc.

DSC_0713

Per quanto riguarda la lisciva liquida, vi posso garantire che aggiunta al detersivo per piatti sgrassa in modo impeccabile, ne basta una tazzina da caffè.

DSC_0717

E’ ottima anche per la pulizia dei pavimenti, io ne aggiungo un bicchiere in un secchio con circa 6 o 7 gocce di olio essenziale alla lavanda. Insomma può essere utilizzata in mille modi, sta a voi provare…. Buon Lavoro!!!

Annunci

Pubblicato il 7 novembre 2014, in Autoproduzioni con tag . Aggiungi il permalink ai segnalibri. Lascia un commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: