Archivio mensile:novembre 2014

Penne in salsa Rosa al Basilico

DSC_0667

Questo piatto è legato alla mia infanzia, infatti me lo preparava sempre mia madre quando ero piccola. E’ di facile preparazione ed è buonissima.

Ingredienti:

300 g di pasta penne senatore Cappelli
100 g di pomodori pelati
una piccola cipolla
basilico
200 g di Ricotta di Soia
olio Evo, Sale e Pepe.

Procedimento:

Per prima cosa, tritate la cipolla finemente e fatela soffriggere con un filo d’olio, unite poi i pelati, regolate di sale e pepe e fate cuocere per una decina di minuti. A questo punto, aggiungete la Ricotta di Soia (autoprodotta, guardate nella sezione autoproduzioni) , fate restringere un pochino la salsa e  infine aggiungete le foglie di basilico spezzettate.
Lessate la pasta in abbondante acqua salata, scolate e aggiungete alla salsa di pomodoro. Non vi resta che impiattare e servire.

Buon Appetito!!!!!

DSC_0671

Annunci

Burgher di Fagioli Cannellini e Porri

DSC_0124

Ecco un piatto adatto ai vostri ragazzi! Questo è uno dei tanti trucchi che adotto per far mangiare loro dei piatti sani, dandogli l’impressione di mangiare cibo da fast food.

La ricetta è semplice e veloce: prendete i fagioli e passateli al passaverdura insieme ai porri, e poi aggiungete le spezie a vostro piacere in modo da rendere il burgher saporito. Con queste dosi si dovrebbero ottenere circa 5/6 Burgher in base al peso e alle dimensioni che volete ottenere.

Ingrredienti:

400 g di Fagioli cannellini

4 Cucchiai colmi di crusca d’Avena (serve per assorbire il liquido dei fagioli e dei porri), oppure semplice          farina T1 o t2, ma dovete regolarvi voi perché tutto dipende dall’umidità dell’impasto

sale

Pepe e Spezie a piacere (Paprika Dolce, Cumino ecc)

Una tazza di porri cotti

olio extravergine di oliva

3 Patate lesse di media grandezza

Per la Panatura:

Pangrattato (meglio se autoprodotto)

Farina Fioretto

Paprika Dolce

Sale

Procedimento:

1. Innanzitutto pulite e tagliate i porri a rondelle, poi metteteli in una pentola con pochissima acqua e lasciateli cuocere facendo ritirare l’acqua di cottura.

DSC_0114

2. Passare i Porri, le patate e i Fagioli al passaverdura fino a renderli cremosi. A questo punto, aggiungere la crusca d’Avena,  il sale e le spezie a piacere. Mescolare per far amalgamare bene gli ingredienti e lasciarlo riposare una mezzoretta.

DSC_0115
3. Con questo impasto, dovrebbero venire circa 5/6 Burgher (a seconda della grandezza che volete ottenere) aiutandovi con dei coppapasta.

DSC_0116

4. Adesso. passateli nel Pangrattato per la Panatura.

DSC_0119

5. Disponeteli su carta da forno precedentemente oliata (in modo da far formare la crosticina senza però friggerli) e passate in forno a 180°.

DSC_0121

Servire a piacere dentro panini da hamburger  con delle foglie di Lattuga oppure su un piatto da portata con verdure ecc.

Buon Appetito!!!!

Spaghetti alla Carbonara Vegan

Stasera proviamo la Carbonara versione vegan, molto più leggera della ricetta classica, ma senza perderne il sapore.

Ingredienti per 4 persone:

360 g di Spaghetti Senatore Cappelli

150 g Di Seitan autoprodotto tagliato a dadini

4 cucchiai di panna autoprodotta

Pepe Nero e Sale q.b.

Un pizzico di Curcuma

Procedimento:

Come prima cosa mettere sul fuoco una pentola con dell’acqua salata.

DSC_0283

Nel frattempo tagliate  il seitan autoprodotto (vede la sezione autoproduzioni) a dadini o a listarelle e mettetelo in una padellina antiaderente con un filo d’olio e del pepe nero, quindi lasciatelo rosolare fino a renderlo croccante e saporito.

DSC_0283

Aggiungere gli spaghetti con un pochino della loro acqua e metterli nella padella con il seitan e saltare.

DSC_0285

A questo punto aggiungere la curcuma e la panna e saltare nuovamente.

DSC_0287

A questo punto decorare con del prezzemolo e impiattare.

DSC_0288

Buon Appetito!!!!!

Cacciucco di Ceci

 Questo è un’altro piatto della cucina toscana che ha la caratteristica di realizzare piatti saporiti con ingredienti poveri (bietole e ceci).

Questo piatto non ha niente a che vedere con il cacciucco alla livornese che utilizza il pesce, ma viene utilizzato il termine “cacciucco”per indicare un “miscuglio”  di sapori.

Ingredienti per 4 persone:

350 g di ceci secchi Toscani
250 g di bietola
1 spicchio d’aglio
pepe nero e sale q.b.
pane toscano abbrustolito
Olio Evo

Procedimento:

Per prima cosa mondate e lavate le bietole,  dopodichè fate imbiondire una spicchio d’aglio in una casseruola.

DSC_0199

Adesso aggiungere i ceci con un po’ della loro acqua di cottura e girateli spesso per farli insaporire.

DSC_0200

DSC_0204

Unire poi la bietola (priva della costa) e continuate la cottura, se necessario aggiungere ancora dell’acqua. Quando la bietola risulterà tenera, il piatto sarà pronto per essere servito.

Se vi piace potete aggiungere un pochino di passata di pomodori e una tazza di ceci frullati.

Prendete del buon pane, tagliatelo a tocchetti e servitelo nella zuppa.

DSC_0232

Buon Appetito!!!

Panna di Soia

DSC_0137

Veniamo a noi, perché autoprodurre la panna di soia? Innanzitutto perché non sappiamo con precisione cosa contengono, per il prezzo e poi volete mettere il sapore?

Per fare la panna è molto semplice, occorrono pochi ingredienti, ma vediamo quali sono:

Ingredienti:

3 parti di latte di soia

1 parte di olio (oliva, mais, girasole, riso,ecc.)

un bel cucchiaio abbondante di Arrow Root

Procedimento:

Innanzitutto mettere il latte e l’amido in un beker ed azionare il frullatore ad immersione, in modo da sciogliere bene l’amido.

Dopodichè versare l’olio a filo sul composto e frullare.

DSC_0135

A questo punto mettere sul fuoco e raggiungere la densità desiderata.

DSC_0137

Adesso tocca a voi Buon Appetito!

Seitan Arrosto

DSC_0231

Buonasera stasera vi posto una ricetta semplice e soprattutto indicata per coloro che hanno ospiti a cena, e quindi possono prepararlo con anticipo.

Ingredientiper 6 persone

Seitan Autoprodotto (2 Kg Farina Manitoba)

2 Carote

1 Costa di Sedano

1 Cipolla

Per la Marinatura:

2 Rametti di Ramerino

Un bel ciuffo di Salvia

3 Spicchi di Aglio

Sale q.b.

Olio Evo

2 Cuchiai di Shoyo

Procedimento:

Innanzitutto bisogna produrre il seitan,  (vedere la sezione autoproduzioni, troverete la ricetta spiegata passo passo), poi metterlo a marinare con un trito di aglio, ramerino, salvia, sale, olio evo e un goccio di salsa shoyo per un paio d’ore o anche più in modo da farlo insaporire.

Passato il tempo della marinatura, legarlo con lo spago.

DSC_0197

A questo punto metterlo a cuocere nel brodo precedentemente preparato per un’oretta (il tempo varia in base alla grandezza del seitan prodotto).

Adesso potete preparare il fondo di cottura con le carote, il sedano, la cipolla e l’olio e lasciarlo imbiondire.

DSC_0209

A questo punto unire il Seitan e far rosolare su tutti i lati.

DSC_0212

Il passo successivo è quello di sfumare il tutto con un bicchiere di vino bianco. Lasciar cuocere per altri 10 minuti . DSC_0219

Adesso può essere affettato.

DSC_0231

DSC_0223

Se volete, potete prendere il fondo di cottura, frullarlo e servirlo sulle fette si seitan.

DSC_0222

DSC_0226

DSC_0227

E adesso tocca a voi Buon Appetito!!!!

Gnocchi alla Sorrentina Vegan

DSC_0169

Questo è un classico dei primi piatti, tipico della tradizione culinaria campana. Infatti i mia madre, provenendo da un paesino della provincia di Avellino era solita cucinarlo come pranzo domenicale. Su consiglio della mia cara amica Carmen, ho rivisitato in chiave veg questa vecchia ricetta per riproporla in una delle nostre cene vegan. Vediamo adesso che cosa occorre per preparare questo ottimo piatto tricolore.

Ingredienti per gli Gnocchi:

1 Kg di Patate (io ho usato quelle a pasta gialla del mio orto)

300 g Farina (io ho usato quella T1)

Sale q.b.

Olio Evo (anche questo di nostra produzione)

Ingredienti per il Condimento:

800 g di Passata di Pomodoro (autoprodotta)

300 g di Mozzarella Vegan (Autoprodotta)

3 Spicchi di Aglio (oppure cipolla dipende dai gusti)

Olio Evo

Sale q.b.

Un ciuffo di Basilico (del mio orto, anche se novembre data la temperatura il basilico resiste)

Procedimento:

Innanzitutto, mettiamo a  bollire le patate con la buccia in  abbondante acqua bollente salata. Appena cotte, scolatele  e sbucciatele immediatamente (usate i guanti), successivamente passatele  nello schiacciapatate e disponete su una spianatoia di legno ben spolverizzata di farina.  Adesso lasciate raffreddare il tutto, in modo che possa assorbire meno farina. Appena raffreddate spolverizzate di farina anche la parte superiore. Adesso unite del sale e un filo d’olio e se volete anche del pepe.

DSC_0141

Cominciamo ad impastare il tutto in modo da ottenere un impasto liscio e omogeneo, formate quindi una palla.

DSC_0144

Con l’impasto ottenuto, formate dei filoncini da 1 – 2 cm.

DSC_0147

Tagliate i filoncini in piccoli quadratini che poi modellerete in modo tale da creare delle palline. Se avete tempo, potete utilizzare la trafila per gnocchi oppure dei rebbi di una forchetta per fare le classiche rigature.

DSC_0152

Riponete gli gnocchi su una teglia o su vassoio ben infarinato e lasciateli riposare per qualche minuto.

DSC_0150

Nel frattempo preparate il sugo, facendo  imbiondire l’aglio, dopodiché aggiungete la passata e lasciate cuocere per una decina di minuti.

DSC_0158

Intanto che cuoce il sugo gettate gli gnocchi nell’acqua salata e bollente e lasciateli cuocere finché non salgono a galla. Tritate intanto la mozzarella vegan autoprodotta (ricetta che posterò in seguito). Unite gli gnocchi alla salsa ed aggiungete  il basilico tritato.

DSC_0160

Disponete gli gnocchi in una terrina di terracotta e aggiungete la mozzarella tritata. DSC_0165

Fate  gratinare in forno a 180°C per 5-10 minuti finché non si crea la crosticina! Servite gli gnocchi con una foglia di Basilico Fresco. DSC_0169

Non vi resta che provare. Fatemi sapere !!! Buon Appetito!!!!

Burgher di Ceci

DSC_0106

Adesso vi propongo un bell’Hamburger sano e nutriente, indicato per i ragazzi che adorano i cibi da Fast Food però con una sola differenza ……SONO SANI!!!!

Bando alle ciance partiamo con la ricetta vera e propria.

Ingredienti:

300 g di Ceci Lessi

Una Cipolla

6 Cucchiai di Farina Integrale

1 Cucchiaino di Agar Agar

Sale q.b.

Un pizzico di Zenzero in polvere

Per la Panatura:

Pangrattato (io preferisco farlo da sola con il pane avanzato)

Farina di mais Fioretto o Bramata (macinata con il macinino)

Un pizzicoPaprika Dolce

Sale q.b.

Procedimento:

Come prima cosa mettere la Cipolla e i Ceci lessati con la loro acqua nel Beker e frullare sino a rendere il composto cremoso.

Aggiungere la farina, lo zenzero, l’Agra Agar e il sale. Amalgamare gli ingredienti velocemente e riporre l’impasto in frigo per una mezzoretta.

DSC_0083

Dopo mezz’ora riprendere l’impasto e formare degli hamburger. Con queste dosi dovrebbero  dovrebbero venire 4 hamburger.

DSC_0084

Adesso passiamo alla panatura, mescolando il pangrattato, la Paprika Dolce o Curcuma, Sale e Farina di Mais Fioretto. Dopodichè passare gli hamburger nella panatura.

DSC_0085

Adesso si possono cuocere in forno oppure alla griglia come ho fatto io.

DSC_0103

Io ho aggiunto un po’ di insalata appena colta nel nostro orto e del ketchup autoprodotto.

Adesso non vi resta che provare…Buon Appetito!!!!

Panini Morbidi per Hamburgher

Come tutti i ragazzi anche i miei figli amano mangiare gli hamburger, ma io sono un po’ fissata sui prodotti naturali e quindi anche se esistono in commercio nei negozi biologici, preferisco sempre l’autoproduzione, senza conservanti e ingredienti strani. Dopo questa premessa, passiamo alla ricetta vera e propria. Ingredienti

300 g di Farina Manitoba

150 g di Farina Integrale

12 g di Malto d’Orzo secco per panificare

3 Cucchiai di olio Evo

sale q.b.

semi di Sesamo (ricchi di calcio)

350 Ml Latte di soia non dolcificato tiepido

150 gr di Lievito Madre

Procedimento

Disporre le farine setacciate a fontana e porre al centro il resto degli ingredienti e impastare fino ad ottenere un impasto liscio ed omogeneo. DSC_0065 Mettete l’impasto in una ciotola precedentemente unta con olio Evo e coprire con un canovaccio pulito. Far riposare  in un luogo caldo per circa due ore, fino a che l’impasto non sia raddoppiato. DSC_0067 Passate le due ore l’impasto dovrebbe essere così. DSC_0076 A questo punto,  dividete l’impasto in 8 parti e formate i panini (spennellateli con del latte e ricoprite con semi di sesamo) che metterete su un foglio di carta forno, coperti con un canovaccio pulito a lievitare fino al raddoppio. DSC_0087 Passata circa un’oretta, infornate a 180° per circa 20 minuti, fino a che la superficie non risulta dorata. Buon Appetito!!! DSC_0100

Risotto con Zucca Hokkaido

DSC_0099

Finalmente, ad un mese dalla raccolta delle mie zucche Hokkaido, posso finalmente cucinarle. Queste zucche sono molto delicate e la loro polpa è più dolce delle classiche zucche, piacciono persino ai miei bimbi e poi sono del nostro orto, mio padre le ha seminate e fatte crescere senza concimi chimici ed altro quindi cosa c’è di meglio e di più sano.

Questa zucca si differenzia dalle comuni zucche, in quanto può essere cucinata con la buccia perchè non è molto coriacea e una volta cotta rimane molto morbida.

Prepariamo quindi il nostro risottino.

Ingredienti

500 g di Riso

1 zucca Hokkaido

1 Cipolla Bianca

Olio Evo

Sale e Pepe q.b.

Brodo Vegetale

Procedimento

DSC_0063

Innanzitutto preparare il classico Brodo Vegetale con Carota, Sedano e Cipolla, successivamente, lavare la zucca, dividerla a metà e privarla dei semi e dei filamenti.

DSC_0070

Separare i semi detti Uchiki Kuri, lavarli e mettere ad asciugare su di un canovaccio, in modo da conservarli e seminarli in primavera. Tagliare la zucca in piccoli tocchetti.

DSC_0071

Fate soffriggere la cipolla tritata con un filo d’olio Evo e farla stufare in padella.

DSC_0081

A questo punto aggiungere la zucca e farla insaporire bene ed aggiungere un po’ di brodo fino a che la zucca non risulterà morbida. Adesso prendete una parte di zucca con il proprio liquido e con un frullatore ad immersione riducetela in crema. Aggiungere il riso, farlo insaporire e tostare leggermente. Aggiungere il brodo e portare il riso a cottura.

A cottura ultimata, versare la cremina e servire.

Buon Appetito!!!